Mi chiamo Idrissou ed esisto anch’io

1 Commento
364 Views

Idrissou ha 14 anni e frequenta la CEII di Manoré, l’equivalente della terza elementare in Italia.

Il suo percorso scolastico non è stato lineare perché la sua famiglia, come tante famiglie del villaggio, vive una situazione economica molto difficile. Manoré si trova nella regione Ovest del Camerun ed è un piccolo villaggio isolato, abitato dalla comunità di pastori seminomadi dei Bororos, che dista 45 chilometri dal primo centro abitato.

La disoccupazione è molto elevata e i genitori non sempre riescono a garantire i beni di prima necessità ai propri figli né la possibilità di andare a scuola. Molti bambini aiutano i genitori con il bestiame e durante la stagione delle piogge si spostano con le famiglie e le mandrie per trovare nuovi pascoli. Questo influisce enormemente sulla loro continuità scolastica e, spesso, i bambini rinunciano ad andare a scuola. Ma non Idrissou. Idrissou vuole diventare pilota e vuole continuare a studiare. Idrissou sogna un avvenire migliore per sé e per la sua famiglia e crede che soltanto con l’istruzione potrà realizzare il suo sogno. E ha ragione: l’educazione è un suo diritto! Ma Idrissou, purtroppo, per lo Stato non esiste, perché non ha l’atto di nascita. Eppure lui c’è! Coi suoi desideri, la sua voglia di crescere e di viaggiare e di studiare! Lui esiste per noi e vogliamo che esista per tutti.

Terzo Millennio si impegna in Camerun per sostenere bambini come Idrissou e come tanti altri, sviluppando azioni di sostegno all’accesso all’educazione e ai diritti di cittadinanza. Aiutaci a fare la differenza nella vita di questi bambini e nelle loro comunità. Sostieni insieme a noi la causa di Idrissou e dagli la possibilità di “essere qualcuno”.