Solidarietà e resilienza: una scelta per il futuro

0 Commento
215 Views

In un mondo dominato da interessi di parte e messo a rischio da pandemie ed egoismi, la solidarietà internazionale è l’unica scelta possibile per creare una comunità di destino.

Una solidarietà che guarda ai diritti universali e che si fonda sulla corresponsabilità nell’agire, chiedendo a tutti gli esseri umani di essere attori del cambiamento, ad ogni livello.

In ossequio a questo principio, ognuno di noi dovrebbe impegnarsi a contribuire alla ricerca di soluzioni praticabili, etiche e sostenibili per rispondere agli evidenti impatti negativi della globalizzazione neoliberista sui sistemi sociali ed economici; a promuovere la cooperazione internazionale e la creazione di reti che contribuiscano al progresso sociale, politico ed economico; a partecipare al riconoscimento della cittadinanza globale basata su sfide condivise.

Partecipare ad una campagna di Sostegno a distanza significa esattamente questo: praticare la solidarietà, sviluppare un progetto sociale collettivo, promuovere legami tra i popoli. Significa contribuire a rafforzare la capacità di resilienza degli individui, delle famiglie, delle comunità e dei territori, potenziare la loro attitudine ad adattarsi ed a rispondere in modo efficace e positivo di fronte a condizioni di crisi e di emarginazione.

Donare un atto di nascita ad un bambino o ad una bambina di un piccolo villaggio di pastori del Camerun non è solo fare del bene a qualcuno: è una scelta per il futuro, è una piccola concreta testimonianza di quale direzione immaginiamo debba prendere l’umanità.